Perché investire su beni strumentali entro il 2022?

Il 2021 e 2022 si è rivelato un biennio ricco di opportunità in termini di agevolazioni statali per le imprese che investono in beni strumentali il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati e interconnessi ai sistemi informatici di fabbrica.
Questo perché le immobilizzazioni materiali che possono rientrare nell’agevolazione fiscale di Industria 4.0, possono quasi sempre rientrare anche nell’agevolazione cosiddetta “Nuova Sabatini”, generando un incentivo agli investimenti di entità mai vista in passato.

Credito di imposta: ecco cosa cambierà dal nuovo anno

Se già nel 2022 il credito d’imposta ha subito una contrazione del 10% rispetto all’anno precedente, a partire da gennaio 2023 passerà dal 40% al 20% del costo per la quota di investimenti fino a 2,5 milioni di euro.
Ecco, dunque, perché investire in beni strumentali 4.0 entro il 31 dicembre 2022 conviene di gran lunga.

Per beneficiare del credito d’imposta al 40% è sufficiente che entro il 31 dicembre il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione. In tal modo, il completamento dell’acquisto potrà essere posticipato all’anno nuovo purché esso avvenga entro la data limite del 30 giugno 2023.

I mezzi Valla Manitex rientrano perfettamente nei parametri di Transizione 4.0, poiché consentono ottimizzare ed efficientare i processi produttivi grazie alla possibilità di condivisione dei dati di utilizzo in rete. Contattaci qui per maggiori informazioni.